Condizioni di Assicurazione R.C. Proprietà di beni Immobili

Proprietà dei fabbricati

L’assicurazione vale per la responsabilità civile dell’Assicurato nella sua qualità di proprietario dei fabbricati descritti in polizza e degli impianti fissi destinati alla sua conduzione, compresi ascensori, montacarichi e scale mobili purché collaudati.
L’assicurazione comprende: le antenne radiotelevisive, gli spazi adiacenti di pertinenza del fabbricato anche se tenuti a giardino (compresi gli alberi ad alto fusto, ma con esclusione dei danni conseguenti alle operazioni di abbattimento o potatura), le attrezzature per giochi, strade private e recinzioni.
L’assicurazione comprende la responsabilità civile derivante all’Assicurato per lavori di ordinaria manutenzione con esclusione dei lavori edili rientranti nel campo di applicazione dell’art. 3 del D.Lgs. 494/96.

La garanzia non comprende i danni derivanti da:
– lavori di straordinaria manutenzione, ampliamenti, sopraelevazione o demolizione;
– spargimento di acqua derivante da rotture non accidentali di tubature e/o condutture;
– umidità, stillicidio ed in genere da insalubrità dei locali;
– rigurgiti di fogne.

Se l’assicurazione è stipulata da un condominio per l’intera proprietà, sono considerati terzi i condomini nonché i loro familiari e dipendenti ed è compresa la responsabilità dei singoli condomini come tali verso gli altri condomini e verso la proprietà comune. Se l’assicurazione è stipulata da un condomino per la parte di sua proprietà essa comprende tanto la responsabilità civile per i danni di cui il condomino debba rispondere in proprio, quanto per la quota di cui deve rispondere per i danni a carico della proprietà comune, escluso il maggior onere eventualmente derivante da obblighi solidali con gli altri condomini.
Se al momento del sinistro il valore di ricostruzione a nuovo del fabbricato, escluso quello della relativa area, supera di oltre il 15% quello dichiarato dall’Assicurato in base al quale è stato calcolato il premio, la Società risponde del danno in proporzione al rapporto fra il valore dichiarato aumentato del 15% e quello risultante al momento del sinistro.
Dall’assicurazione sono esclusi i danni derivanti dall’esercizio, nei fabbricati descritti in polizza, da parte dell’Assicurato o di terzi, di industrie, commerci, arti e professioni o dall’attività personale privata dell’Assicurato, degli inquilini o condomini e loro familiari.

Danni da interruzioni o sospensioni di attività di terzi

A parziale deroga dell’Art. 3.2 “Esclusioni relative alla garanzia R.C.T.” punto I) paragrafo 1), la garanzia comprende i danni derivanti da interruzioni o sospensioni, totali o parziali, di attività industriali, commerciali, artigianali, agricole o di servizi, purché conseguenti a sinistro indennizzabile a termini di polizza.

Danni da inquinamento accidentale

A parziale deroga dell’Art. 3.2 “Esclusioni relative alla garanzia R.C.T.” punto B) paragrafo 1), l’assicurazione comprende i danni conseguenti a contaminazione dell’acqua, dell’aria o del suolo, congiuntamente o disgiuntamente, provocate da sostanze di qualunque natura emesse o comunque fuoriuscite a seguito di rottura accidentale di impianti, condutture, macchinario ed attrezzature dell’azienda assicurata.
Resta escluso qualsiasi altro tipo di inquinamento conseguente a graduale emissione o fuoriuscita di sostanze.
L’estensione non opera in caso di contaminazione conseguente ad inosservanza di norme e disposizioni da qualunque Autorità impartite ed in vigore al momento del sinistro.

Danni da incendio

A parziale deroga dell’Art. 3.2 “Esclusioni relative alla garanzia R.C.T.” punto E) paragrafo 5), l’assicurazione comprende i danni materiali e diretti cagionati a cose di terzi, derivanti da incendio, esplosione e scoppio del fabbricato e/o del relativo contenuto ove si svolge l’attività assicurata. Si intendono comunque escluse le parti murarie dove si esercita l’attività richiamata in polizza.
Qualora per lo stesso rischio esista altra analoga copertura assicurativa, la garanzia di cui alla presente estensione si intenderà operante per l’eccedenza rispetto a quanto indennizzato dalla presente polizza.

Danni da spargimento di acqua

A parziale deroga dell’Art. 4.2 “Proprietà dei fabbricati”, la garanzia è estesa ai danni da spargimento di acqua derivanti da:
– rotture non accidentali di tubature e/o condutture;
– rotture di tubature e/o condutture conseguenti a gelo;
– occlusioni di tubature e/o condutture, pluviali e grondaie;
– traboccamento e/o rigurgito di fogne.

Garanzia della Responsabilità Civile verso prestatori di lavoro (R.C.O.)

La Società si obbliga a tenere indenne l’Assicurato, nei limiti indicati nella Scheda di polizza, di quanto questi sia tenuto a pagare (capitale, interessi e spese) quale civilmente responsabile:
a) ai sensi degli artt. 10 e 11 del D.P.R. 30 giugno 1965 n. 1124 e successive modifiche, nonché del D.Lgs. 23 febbraio 2000 n. 38, per gli infortuni sofferti dai prestatori di lavoro da lui dipendenti addetti alle attività per le quali è prestata l’assicurazione, nonché dai lavoratori non dipendenti che prestano la loro attività ai sensi della legge n. 196/97, nonché dai lavoratori parasubordinati così come definiti dall’art. 5 del D.Lgs. n. 38/2000;
b) ai sensi del codice civile, a titolo di risarcimento di danni non rientranti nella disciplina del D.P.R. 30 giugno 1965 n. 1124 e D.Lgs. 23 febbraio 2000 n. 38, cagionati ai prestatori di lavoro di cui al precedente punto a), nonché ai lavoratori non dipendenti che prestano la loro attività ai sensi della legge n. 196/97, nonché ai lavoratori parasubordinati così come definiti dall’art. 5 del D.Lgs. 38/2000, per morte e per lesioni personali dalle quali sia derivata una invalidità permanente non inferiore al 6% calcolata sulla base delle tabelle di cui al D.Lgs. n. 38/2000.
L’assicurazione è efficace alle condizioni che, al momento del sinistro, l’Assicurato sia in regola con gli obblighi per l’assicurazione di legge.
Resta comunque convenuto che non costituirà motivo di decadenza dalla garanzia il fatto che l’Assicurato non sia in regola con gli obblighi derivanti dall’assicurazione di legge, in quanto ciò derivi da comprovata inesatta interpretazione delle norme vigenti in materia.
L’assicurazione R.C.O. si intende estesa agli infortuni sul lavoro dei titolari, soci e familiari coadiuvanti dell’Azienda assicurata regolarmente iscritti all’I.N.A.I.L.
Dall’assicurazione sono comunque escluse le malattie professionali.
Rivalsa I.N.P.S.
L’assicurazione è valida anche per le azioni di rivalsa esperite dall’I.N.P.S. ai sensi dell’art. 14 della legge 12 giugno 1984, n. 222.

Scarica e leggi il Set Informativo Proprietà beni immobili – Nuova RC Rischi Diversi

Minimum 4 characters

Preventivo

    Richiedi Preventivo per:

    Contatti:

    Ti invitiamo a verificare la corretta compilazione del campo: il preventivo verrà inviato esclusivamente a mezzo mail.

    Autorizzo al trattamento dei dati personali come da Privacy e Policy presenti nel sito.